Associazione E'-vViva la Mamma
Cast Artistico 2017
Alla mamma di Giulio Regeni il premio “Mamma dell’anno”.
Lunedì 08 Agosto 2016 22:18

Paola Deffendi RegeniSarà assegnato a Paola Deffendi in Regeni, mamma del ricercatore italiano barbaramente ufficio in Egitto, il riconoscimento "Mamma dell'anno" che viene consegnato all'interno del concorso nazionale di poesia "E'-vViva La Mamma" promosso dall'omonima associazione e curato da Giorgio Fratantonio. Il riconoscimento, intitolato alla memoria di Grace Susino, ha l'intento di offrire ai genitori di Giulio un luogo ideale da cui rilanciare il valore della verità. La vicina Pozzallo non è solo la porta dell'accoglienza ai migranti della sorte, è soprattutto la terra che ha dato i natali a Giorgio La Pira, il pozzallese sindaco di Firenze promotore del dialogo tra i Paesi del Mediterraneo, il profeta di pace che edificava arditi ponti tra popoli e culture, tracciando le inedite rotte del porto di Isaia.

Dunque un riconoscimento dal grande significato simbolico. Durante la serata, che servirà a premiare le varie poesie selezionate dalla giuria, si procederà anche all'assegnazione del premio "Mamma Speciale" che andrà a Muni Sigona, la dinamica mamma siciliana che ha trasformato il suo problema in aiuto concreto per il suo "Toti" e per tanti ragazzi come lui avviando il progetto davvero ambizioso che prevede la trasformazione di una proprietà della famiglia in "La casa di Toti", un albergo-comunità a Modica (Rg) dove accogliere e coinvolgere i ragazzi con forti disabilità. Un albergo etico gestito da operatori professionisti e da ragazzi come Toti, un delizioso 15enne che soffre di un grave disturbo psichico e che necessita di essere seguito e protetto in ogni momento. Il sogno della famiglia di Toti è di creare un futuro per lui e per i suoi amici. Il premio è intitolato a Iolanda e Francesco Ciurciù. Ma la serata della tredicesima edizione del concorso di poesia "E'-vviva la mamma", dedicato a donna Raffaella Livia Fratantonio, vedrà la premiazione dei poeti italiani e stranieri che hanno partecipato con composizioni in italiano o in dialetto dedicati alla mamma. Anche quest'anno ad ospitare l'evento è la splendida cornice di Villa Anna, villa ottocentesca sulla Ispica – Pozzallo, che grazie alla sensibilità del patron Nino Caldarella continua ad abbracciare la manifestazione per il quarto anno consecutivo. Tra l'altro la serata si avvale della presenza di un cast artistico di talenti iblei che renderanno il programma ricco di sorprese. La giuria, presieduta da Grazia Dormiente, ha già compiuto la sua selezione. Questi i primi tre classificati, anche se l'ordine della graduatoria sarà svelato durante la serata di domani: Annalisa Donà di Modena con la poesia "La mamma", Antonio Micalizio di Siracusa con la poesia "La finestra dell'ospizio", Giovanni Schembari di Ragusa con la poesia "La veglia". A loro si aggiungono le menzioni speciali per Rosanna di Iorio di Chieti con la poesia "Ritorno a te nella bellezza piana", Giovanni Rosa di Modica con la poesia "Mater dolorosa" e Federico Guastella di Paternò con la poesia "Respiro di vita". Nove infine le poesie segnalate dalla giuria. Si tratta di Margherita Neri di Cefalù (Pa) con la poesia "Amuri ri matri sirvimientu i mugghieri", Salvatore Militello di Niscemi (Cl) con la poesia "Madre", Carmelo Sessa di Avola (Sr) con la poesia "Occhi di bambina", Franca Cavallo di Modica (Rg) con la poesia "Non ci fù tempo", Maria Barreca di Reggio Calabria con la poesia "Ti chiamerò", Giulio Enea Redaelli di Albiate (Mb) con la poesia "Madre", Nunzio Buono di Casorate Primo (Pv) con la poesia "Ti scrivo Madre", Sara Rodolao di Albenga (Sv) con la poesia "Il tramonto in attesa della sera", Irene Carta di Cagliari con la poesia "Le tue mani", Lidia Paratore di Palermo con la poesia "Quant'eri bella mamma". Media partner dell'evento, per quanto riguarda la comunicazione, è l'agenzia MediaLive.