Associazione E'-vViva la Mamma
Adriana Tuzzeo

Adriana Tuzzeo

Adriana Tuzzeo nasce a Mussomeli il 13 novembre del 1980. Dopo aver conseguito la laurea in Lingue e Letterature straniere, presso l'Università di Palermo, prosegue gli studi presso l'accademia di recitazione "Campo Teatrale" di Milano.
La giovane attrice continua la sua formazione con attori e registi teatrali italiani e internazionali con alcuni dei quali instaura rapporti di collaborazione. Il primo debutto avviene il 17 settembre del 2008 con lo spettacolo "Il più felice dei tre" di E. Labiche, prodotto dal teatro Caboto di Milano, dove interpreta il ruolo di una cameriera svizzera.
Subito dopo viene diretta da Teodoro Cassano nel remake del film "Il Laureato" di Mike Nichols, uno spettacolo che la vede nei panni di una spogliarellista, che le darà l'opportunità di calcare molti dei teatri d'Italia, con una tournée di ben 70 repliche che inizia il 13 gennaio del 2009 al teatro Quirino di Roma.
Prosegue poi con la partecipazione nello spettacolo "Voglia di tenerezza" (2010), altra trasposizione cinematografica del film americano "Terms of Endearment" tratto dall'omonimo romanzo di Larry MCMurtry dove, con il ruolo di Doris, viene diretta da Gino Zampieri" e poi ne "La bottega del caffè" di Goldoni riadattata da R.W.Fassbinder, con il ruolo di Vittoria.
Nella commedia plautina "Aulularia" (2011) interpretra Fedria, figlia di Euclione, con repliche al Maschio Angioino di Napoli e al Teatro di Segesta in Sicilia.
Recita, poi, in "Agro de limone" di E. Petrolini, e in divese commedie firmate dall'autore Siciliano Luigi Pirandello quali: "Senza malizia", "Cecè" e "Liolà".
Nel 2014 va in scena assieme all'attore e regista Agostino De Angelis per un progetto di promozione e valorizzazione del patrimonio storico, archeologico, naturalistico e culturale con la messa in scena della "Divina Commedia" rappresentato all'interno del Castello Manfredonico di Mussomeli (CL) e del poema "Eneide" rappresentato nel Museo Nazionale Archeologico di Villa Giulia a Roma.
È la protagonista del video dello spettacolo "Così è se vi pare" (2012) di Michele Placido e, nel 2013, lavora con la regista Roberta Torre nello spettacolo "Trash The Dress, studio per una Medea contemporanea" con la quale, poi, collaborerà alla realizzazione del documentario "Romanzo della Sicilia che cambia".
Al cinema è protagonista del progetto cinematografico di prossima uscita "Sono sempre io" del regista Franco Bertini. Ha collaborato a diversi cortometraggi, tra questi "Le stanze della vita" (2015) della regista Mariella Gravinese, già in gara in alcuni festival nazionali, e in "Ti fa vivere" (2015) del regista siciliano Andrea Sardo. In TV ha lavorato nella fiction "Che Dio ci Aiuti" (2011) con la regia di Francesco Vicario e nella fiction "Baciamo le mani - Palermo Milano 1958" (2013) con la regia di Eros Puglielli.
Ha condotto insieme a Pino Insegno il "Premio Persefone" (2012) in onda su Rai Uno e diverse rassegne e festival di Cinema, tra cui la rassegna "Corti d'autore" (2013) durante la 70a edizione del "Festival del Cinema" di Venezia.