Associazione E'-vViva la Mamma
Cast Artistico 2017

3° Premio

"L'isulidda"

di
Antonio Sindona
PALERMO

Antonio Sindona

Motivazione
Testo motivazione

 

L'isulidda

A voti vaju ‘n facci all’isulidda
Chi si nni sta dda sula ‘n menzu ‘u mari
La cercu, comu fussi la mé stidda...
Idda m’ascuta e mi lassa parrari...

Ci cuntu quali su li me’ turmenti
Ed idda m’arrispunni, silinziusa...
E puru quannu nun ci dicu nenti
Idda capisci, e aspetta pacinziusa... 

E quannu chi mi veni di pinzari
Ju ci addumannu si voli cumpagnia
Idda m’abbrazza, e sta senza parrari
Lassannu ai me’ pinzeri la so’ via...

A voti, ‘nveci, comu facìa mé Matri,
Mi voli dari lu so’ ‘nsignamentu
“Capisciu quant’è dura fari ‘u patri...
A li to’ figghi ha stari sempri attentu!”

Poi mentri c’è lu mari chi la vagna,
a leggiu, quasi fussi ‘na carizza,
la vuci di mé Matri m’accumpagna
comu facìa, cu tanta tinirizza... 

L'isoletta

A volte vado di fronte all’isoletta
Che se ne sta là sola in mezzo al mare
La cerco come fosse la mia stella...
Lei mi ascolta e mi lascia parlare...

Le racconto quali sono i miei tormenti
E lei mi risponde, silenziosa...
Ed anche quando non le dico niente
Lei capisce, e aspetta pazientemente...

E quando mi viene di pensare
Io le domando se vuole compagnia
Lei mi abbraccia, e resta senza parlare
Lasciando che i miei pensieri trovino la loro strada...

A volte, invece, come faceva mia madre
Mi vuole dare il suo insegnamento
“Capisco quanto è dura fare il padre...
Devi stare sempre attento ai tuoi figli!”

Poi mentre il mare la bagna,
con un tocco leggero, quasi fosse una carezza,
la voce di mia Madre mi accompagna
come faceva (una volta), con tanta tenerezza...